Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

In farmacia, gli appuntamenti dedicati alla cosmetica sono ormai una consuetudine e spesso permettono di conoscere prodotti cosmetici interessanti, come le creme viso Caudalie.
Io ho accettato subito!
Prima di raccontare la mia piccola esperienza in “cabina estetica”, desidero mettere in evidenza che i prodotti Caudalie, trovano impiego anche negli istituti di bellezza di tutto il mondo.
Torniamo al nostro appuntamento in farmacia, dedicato alla scoperta di questo brand francese.

caudalie--maschere--occhi--oli-essenziali.jpg
La simpatica e professionale beauty consultant Caudalie mi ha fatto accomodare in cabina, sottolineando  che il tempo trascorso insieme doveva essere prima di tutto un momento dedicato al mio relax e devo dire che si è impegnata molto per mantenere un approccio molto soft anche nelle fasi di vendita.
Mentre l’ascoltavo, per un attimo ho pensato che in fondo stava rappresentando piuttosto bene un’azienda come Caudalie: raffinata, efficace e concreta.


Per carità, non sono un’ingenua ed ho svolto per quasi un anno la mansione  di beauty in profumeria (oltre a quella di promoter “a giornata”) , quindi so bene che questi appuntamenti sono finalizzati soprattutto alla vendita (l’azienda produttrice fornisce un supporto a farmacie e profumerie, finalizzato al “movimento” della merce in magazzino e alla promozione dei prodotti).

Ha iniziato chiedendomi cosa cerco in un prodotto cosmetico, quali sono le mie priorità quando ne scelgo uno, per poi passare alla descrizione dell’azienda e all’analisi della mia epidermide (piuttosto veloce e sommaria).
Ha saputo dosare con grazia informazioni, test prodotto e chiacchiere personali senza mai eccedere in niente; quando le sono cadute  delle boccette sul tavolo, nel tentativo di prendere la confezione delle tisane, mi ha ricordato qualche “effetto  domino” capitato anche a me davanti alle clienti ed ho provato per lei una gran simpatia.
Concludo qui la mia esperienza umana e proseguo con la breve descrizione di azienda e prodotti.

Caudalie
Iniziamo con una curiosità sul nome dell’azienda, letto sull’opuscolo preso in farmacia.
Per gli esperti di vino non sarà questa gran scoperta, ma io ignoravo che venisse misurata la persistenza in bocca degli aromi del vino dopo la degustazione e che Caudalie (kodali) fosse proprio l’unità di misura utilizzata.

Se un vino è di qualità migliore rispetto ad un altro allora avrà anche più caudalie.

La scelta è oggettivamente azzeccata, non solo per la ricchezza in estratti di vite e uva delle formulazioni, ma soprattutto per il particolare frangente che ha rappresentato il punto di partenza, di un progetto un progetto che continua tutt’oggi: la vendemmia.


Le idee possono essere frutto di un lungo meditare oppure nascere in un lampo, magari in seguito ad un imput esterno rappresentato da una semplice osservazione.
La storia inizia nei vigneti Smith Haut Lafitte, mentre uno dei protagonisti è il prof Vercauteren, esperto mondiale dei polifenoli che, in occasione della vendemmia del 1993, probabilmente per una sorta di “deformazione professionale”, paragonò gli scarti di quell’attività a dei tesori buttati via e rivelò alla futura fondatrice di caudalie, l’incredibile potere antiossidante delle sostanze contenute nella vite e nell’uva.
Due anni dopo, Mathilde Thomas e suo marito Bertrand fondarono Caudalie e la collaborazione col professore, che continua tutt’ora, ha consentito di depositare tre importanti brevetti mondiali.
La vite e l’uva sono ogni giorno fonte privilegiata d’ispirazione oltre che di efficaci principi attivi per la squadra di ricercatori e formula tori che lavora per Caudalie, presso i laboratori di Montpellier.

I prodotti  scelti dalla beauty di Caudalie

Detersione:
Schiuma detergente Fleur de Vigne – è una schiuma soffice e delicata per la pulizia quotidiana del viso (mattina e sera) che svolge un’azione astringente e lenitiva grazie alla presenza di salvia e camomilla tra i principi attivi, mentre l’incarnato avrà un aspetto più luminoso per l’azione dell’estratto d’uva.
L’ho avvertita appena, sia durante l’applicazione che nei pochi secondi di posa e devo dire, che è rimasto il prodotto sul quale nutro più curiosità.
Mi piacerebbe capire, ad esempio, se svolge bene la sua funzione detergente in qualsiasi occasione anche se dubito che possa essere un valido struccante, soprattutto perché ho letto sull’opuscolo che per questa funzione è stato formulato un prodotto specifico.
Il consiglio Caudalie sulla stessa pagina, infatti, recita così: “Per una detersione da mille e una notte, mescolare lo struccante trattante con la schiume detergente”.
E’ adatta a tutti i tipi di pelle e viene venduta in flacone da 150ml.

Acqua d’uva (Eau de raisin) – ricavata da uva Bio al 100% agisce come lenitivo, rinfrescante e idratante per la pelle. Ideale in ogni momento della giornata e per tutti i tipi di pelle, è venduta in flacone da 100ml.

Trattamenti complementari:
Maschera / crema idratante Vinosource (viso e occhi) – questo è il prodotto che ho deciso di acquistare per colmare una lacuna  nel mio kit di cosmetici per la cura del viso.

La mia pelle, nonostante sia mista, necessita sempre di idratazione e col tempo avverto la stessa esigenza sulle palpebre, quindi questo prodotto che può essere utilizzato per entrambi e funge sia da crema che da maschera, faceva proprio al caso mio.

Gli attivi principali sono: polifenoli di vinaccioli d’uva (funzione antiossidante); il brevettato Vinolevure, la cui funzione è di rinforzare le difese immunitarie della pelle; olio di vinaccioli e glicerina vegetale (nutrienti); sodio ialuronato (idratante).
Su questo prodotto penso di scrivere un post più dettagliato in seguito…
La crema è venduta in tubo da 50ml; il prezzo di listino è di 20,00€, ma ho avuto la possibilità di usufruire di uno sconto, di ricevere in regalo un altro prodotto in taglia da vendita oltre a tre omaggi (shampoo, bagnoschiuma e crema mani in mini- taglie)…una GlossyBox, praticamente!


caudalie-maschera--trattamento-in-cabina--occhi.jpg
Pulpe Vitaminée (crema occhi e labbra) – ho delle occhiaie congenite molto evidenti che negli ultimi tre anni sono sensibilmente peggiorate e per questa ragione la beauty consultant ha pensato di lasciare in posa questo prodotto sulla zona attorno, mentre sul resto del viso avevo la maschera di cui vi ho appena parlato.
La crema in questione, infatti, decongestiona le palpebre, attenua le occhiaie e grazie alla sua azione antiossidante previene la formazione di rughe oltre a distendere quelle esistenti.

E’ un prodotto molto delicato praticamente privo di profumo, anche se ho notato che tutti i prodotti avevano fragranza molto tenui che in certi casi si avvertivano appena.

Tra gli attivi ci sono gli immancabili polifenoli oltre ai tetra peptidi, ceramidi 3, liquirizia e amamelide.

Protezione:
Vinopure (fluido effetto mat) – dato che l’incontro con la beauty è avvenuto di mattina ha concluso il “trattamento” con questo fluido oil free per pelli miste e grasse.

Oltre a purificare, idratare e affinare la grana, la crema dona un delicato effetto mat grazie alla presenza di microspugne.

Anche in questo caso la protezione antiossidante è assicurata dai polifenoli; tra gli altri ingredienti attivi troviamo la salvia, lo zinco e il già citato Vinolevure.

 

 

Adesso a voi la parola!

Conoscete Caudalie? E quale prodotto preferite?

Tag(s) : #Prodotti Cosmetici Viso

Condividi post

Repost 0