Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Premessa

Inserire nel blog un post sulle morfologie, ha per me un doppio significato:


1)    fornire informazioni strettamente legate alla professione di estetista che possano essere utili alle principianti, soprattutto laddove la formazione è stata carente ( accade ancora oggi, purtroppo…)
2)    Offrire alle donne l’opportunità di conoscere un po’ di più la professione dell’estetista, attorno alla quale ancora oggi gravitano, a toro o a ragione, pregiudizi e luoghi comuni.

estetista-professionista-.jpg

 

Mentre alcune curiosità sulle morfologie attireranno la vostra attenzione, scoprirete  quanto lavoro di analisi si nasconde dietro un trattamento estetico.
A dispetto di ciò che pensano molte persone ( e alcune estetiste, ahimè…) questa professione non si può assolutamente improvvisare, neanche per una “semplice” epilazione.


Ma non è tutto!
Una vera professionista del settore deve dedicarsi con costanza:

  • all’aggiornamento – il settore estetico è in continua evoluzione
  • allo studio – il settore estetico è molto vasto

Solo per apprendere un gruppo di trattamenti base di estetica applicata, sono indispensabili studio, esercizio e molta dedizione.


Quando studiavo per diventare un’estetista specializzata, notavo  che alcune colleghe di corso, soprattutto quelle più giovani e/o con una bassa istruzione di base, consideravano il corpo come un ammasso di carne da impastare per eliminarne il grasso.
Sarebbe stata sufficiente la prima lezione di anatomia e fisiologia cutanea per farsi venire qualche dubbio, ma quasi tutte hanno proseguito e completato il loro percorso di studi con una visione della professione che si è ampliata solo di poco:
massaggio = impastare un ammasso di carne per eliminare il grasso, “eliminare” i liquidi e creare iperemia.


In casi come questi, le più fortunate potrebbero maturare professionalmente e completare la loro formazione in Centri Estetici e/o Istituti di Bellezza adeguati.
Altre continueranno a lavorare esclusivamente in Centri di pari livello, mentre molte altre andranno ad infoltire il vasto gruppo delle abusive e, in entrambi i casi, queste mancate professioniste contribuiranno a rafforzare e consolidare il luogo comune che vuole l’estetista come una persona di bassa estrazione socio-culturale che per mancanza di talento negli studi ha ripiegato in un mestiere che consiste prevalentemente nello stappare i peli.

 

Image courtesy of FreeDigitalPhotos.net

Tag(s) : #Estetica Applicata

Condividi post

Repost 0