Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Quello della secchezza oculare è un fastidio più comune di quanto non si pensi, quando addirittura non diventa un vero e proprio problema per  alcune persone.

La frequenza e la ricorrenza di sintomi quali  pizzicore, bruciore, fastidio, nonché occhi stanchi, sono da ricondurre a fattori come:

  • inquinamento
  • aria condizionata
  • schermo del PC
  • molte ore passate alla guida di auto e moto

Come potete vedere, ci troviamo di fronte ad “attacchi” quotidiani e per nulla controllabili, in quanto strettamente legati  allo stile di vita della maggior parte delle persone.

Ecco che diventa indispensabile una soluzione che possa coniugare efficacia e facilità d’uso, due elementi indispensabili soprattutto per coloro che soffrono spesso di secchezza oculare.

La soluzione innovativa: opticalm lipomyst

Il tentativo più comune per  migliorare la condizione dei nostri occhi è quello di bagnarli con le lacrime artificiali, un trattamento poco pratico in generale, che diventa un ulteriore problema per le persone come me, che hanno difficoltà a far cadere delle gocce all’interno dell’occhio.

Opticalm Lipomyst è stato studiato per offrire una soluzione completa al problema della secchezza oculare e quindi oltre a puntare sull’efficacia della formulazione, propone un metodo di applicazione davvero innovativo.

Vediamo entrambe le caratteristiche nel dettaglio:

Il prodotto
La riduzione della quantità di liposomi nel liquido lacrimale, provoca  secchezza oculare.

Opticalm Lipomyst è in grado di alleviare rapidamente il fastidio perché contiene un’innovativa tecnologia a base di liposomi, che ripristina velocemente il film lacrimale danneggiato. Reintegrando lo strato lipidico, anche il livello di idratazione degli occhi viene riequilibrato.

Come si usa 

Ecco come l’innovazione sposa la praticità!

Opticalm Lipomyst è uno spray oculare che si spruzza sulle palpebre chiuse. I liposomi contenuti nel prodotto si mescolano così a quelli presenti sul margine della palpebra, semplicemente aprendo e chiudendo gli occhi.

Questa modalità d’uso lo rende non solo pratico, ma anche sicuro da utilizzare per chi porta le lenti a contatto, mentre il trucco non sarà rovinato dall’abbondante  fuoriuscita di liquido, come invece accade con le lacrime artificiali.

Altra differenza la troviamo nella durata dopo l’apertura, in  quanto il flacone può essere utilizzato per ben sei mesi.

Comodo da tenere in borsa, grazie all’assenza di contatto con gli occhi, può anche essere offerto a qualche collega e/o amico, per risolvere un problema improvviso di secchezza oculare.

Perché non portarlo sempre con se?


 

Articolo sponsorizzato

Tag(s) : #Andiamo un po' fuori tema

Condividi post

Repost 0